“Una lingua ti colloca in un corridoio a vita, due lingue ti aprono ogni porta lungo il tuo cammino” - Frank Smith

Le lingue del mondo subiscono cambi in modo repentino, provocati dalle tendenze demografiche, dalle nuove tecnologie e dalla comunicazione a livello internazionale. Questi cambi interessano sia la comunicazione scritta, sia quella orale. L’inglese potrebbe non essere più la lingua dominante in un futuro e l’esigenza di essere multilingue potrebbe farsi sempre più sentire. Anche se molte lingue si stanno estinguendo, è pur sempre vero che molte altre stanno emergendo e si stanno espandendo in diversi gruppi sociali.

È evidente che i diversi luoghi del mondo stanno diventando sempre più connessi tra loro e che il mondo degli affari, a tutt’oggi, non può che essere internazionale. La maggior parte delle aziende con presenza internazionale ha già da tempo pensato alle molteplici opportunità che potrebbero emergere fornendo i propri contenuti (online ed offline) in più lingue. In effetti, qualsiasi azienda che aspiri a vendere i propri prodotti e servizi in contesti culturali e linguistici diversi dovrebbe portare quegli stessi contenuti a un livello più avanzato, necessariamente multilingue.

Sono stati portati a termine numerosi studi sulle lingue, grazie ai quali oggi possiamo accedere a una serie di informazioni su utenti e parlanti di alcune di esse. Se vuoi che il tuo business si espanda a livello internazionale, ecco alcune informazioni da tenere ben presenti. Abbiamo stilato una lista con le 6 lingue prioritarie di cui tenere conto in un prossimo futuro.

1. Inglese

La lingua inglese viene parlata in 94 Paesi da 339 milioni di madrelingua ed è lingua ufficiale nelle 20 più importanti organizzazioni internazionali. Entrambi questi aspetti rendono l’inglese estremamente diffuso. L’inglese viene compreso da un terzo della popolazione mondiale, dato che nella maggior parte dei Paesi è la prima lingua straniera insegnata nelle scuole.

La lingua inglese è quella più comunemente usata tra gli utenti di Internet (pari a oltre 949 milioni). Si tratta, oltretutto, della lingua più usata dai siti web: il 52,3% di questi usa l’inglese nei propri contenuti.

2. Cinese

Il cinese è la lingua più diffusa al mondo, con un numero di parlanti davvero consistente, pari a un miliardo. Il mandarino (cinese standard) è la seconda lingua più diffusa tra gli utenti di Internet. Con un totale vendite pari a 714,58 miliardi di dollari (circa 630 miliardi di euro), la Cina è stata il Paese che nel 2016 ha totalizzato il maggior numero di vendite a livello di e-commerce. Se l’uso di Internet continua a crescere nei mercati asiatici, il cinese potrebbe rimpiazzare l’inglese e diventare la lingua più utilizzata dagli utenti di Internet in un futuro non lontano.

3. Spagnolo

Avere i propri contenuti promozionali disponibili in spagnolo apre le porte a chi desidera espandersi non solo in Spagna, ma anche nei paesi del Sudamerica che vivono una forte crescita, come ad esempio Messico, Perù, Paraguay, Ecuador o ancora negli Stati Uniti, in cui circa 37,6 milioni di persone parlano lo spagnolo come prima lingua. Gli Stati Uniti sono la potenza economica più grande del mondo e la comunità ispanica statunitense potrebbe raddoppiare entro il 2050, ecco quindi perché lo spagnolo è fondamentale. Secondo il British Council, parlare spagnolo rappresenterebbe un vantaggio anche per il 34% delle aziende del Regno Unito. Sebbene non venga percepito come una lingua attiva nel mondo degli affari, lo spagnolo, con i suoi 405 milioni di parlanti madrelingua, è la terza lingua più parlata al mondo. Si conquista quindi un posto importante nella nostra top 3.

4. Arabo

L’arabo è parlato da 295 milioni di persone al mondo ed è la lingua ufficiale di 28 diversi Paesi, comprese molte delle dinamiche potenze economiche in crescita nel Medio Oriente e in Africa. Sono sei i Paesi di lingua araba che compaiono tra i 50 principali Paesi in cui il Regno Unito esporta beni, con un valore complessivo per l’economia che sorpassa quello di Spagna, Cina e Italia.

Le aziende dovrebbero già pensare a rendere le proprie linee di prodotti facilmente disponibili per il mondo arabo. Parlare la stessa lingua si rivela una strategia promettente per le aziende, data la non sempre facile relazione del mondo arabo con quello occidentale, si pensi poi alle grandi potenzialità in ambito diplomatico e nei settori energetico e della difesa.

5. Francesce

Il francese è una lingua internazionale in forte crescita. Il cinese mandarino potrebbe diventare, come detto anteriormente, molto importante, ma se si considera, da una parte, il calo demografico in Cina e dall’altra il fatto che si tratta di una lingua estremamente difficile per la maggior parte degli occidentali, questo processo potrebbe non essere così semplice. Il francese, invece, sarà presente in tutti i continenti entro il 2050, particolarmente in uno che, entro quella data, potrebbe trasformarsi in una potenza economica dalla crescita vertiginosa: il continente africano.

6. Hindi

Nonostante in India vivano 125 milioni di parlanti di lingua inglese, circa l’85 per cento della popolazione non lo parla. L’inglese è stato infatti sorpassato dall’uso delle lingue locali. Secondo l’ultimo report della CSA (Common Sense Advisory, azienda che si occupa di ricerche di mercato) contenente la top 100 delle lingue diffuse online, la lingua hindi è cresciuta di un impressionante 66%, soprattutto per via della diffusione via mobile, degli investimenti del governo autoctono e di altre iniziative prese nel subcontinente. Tutto questo ha portato a una rapida crescita per le lingue dell’India.

Sul fronte internazionale, sono state elaborate delle proposte per aggiungere la lingua hindi alla lista delle lingue ufficiali delle Nazioni Unite. Se tali proposte verranno approvate, tutta la documentazione delle Nazioni Unite dovrà essere fornita anche in questa lingua.

Che tu sia una piccola azienda con il desiderio di espandere il proprio giro di affari in altri Paesi oppure un imprenditore in cerca di un mercato internazionale per far crescere la propria azienda, imparare e usare le lingue di cui abbiamo parlato rappresenta un modo per farti strada verso il successo e verso la crescita a cui aspiri.

Decidere qual è la lingua più utile per te dipende dalle tue aspirazioni, dai tuoi obiettivi, dalle tue necessità e dalla tua visione di quali clienti sia meglio attrarre. Non importa quali Paesi siano nel tuo elenco di “osservati speciali”: fai in modo che le lingue del futuro vengano incluse nei tuoi must e assicurati di fare tutto il necessario per utilizzarle e impararle.

Oggi è il momento giusto, per la tua azienda, per iniziare il cammino che la porterà a distinguersi dalla concorrenza. Se vuoi far crescere il tuo business, tradurre i tuoi contenuti in modo professionale potrebbe rappresentare una scelta intelligente. Se ne hai bisogno, puoi contare sugli efficienti servizi di PoliLingua, il tuo partner linguistico.